Salutazione

 

"La presenza di comunione ci rende felici. Siamo esortati da S. Paolo a non procedere  gli uni accanto agli altri, ma insieme.

Gesù ci dice che dobbiamo odiare in qualche modo la nostra vita: attività, associazione, gruppo… per farci capire che la mia vita non è solo per me, se la voglio solo per me, non la trovo ma la perdo. La vita non è ricevere, ma donarsi, se non ci diamo all’altro, non possiamo ricevere.
L’esperienza di Europassion ci fa vivere pienamente in una scelta continua  ed inesplorata, il cammino intrapreso non potrà fare a meno di integrarsi in un processo di continua crescita.
Il superamento di una visione autoreferenziale della propria esperienza, ci impegna ad affrontare l’orizzonte regionale, nazionale, europeo in una visione universale.
E’ necessario pertanto una visione nuova, non frammentaria, unità non vuol dire uniformità. Una energia spirituale  più forte e più attenta alla elaborazione culturale, una più evidente solidarietà per essere riconosciuti come portatori di una speranza, per far crescere le persone e le comunità.
La pubblicazione di questo lavoro è un bene relazionale, alla realizzazione del quale tutti hanno concorso e dal quale tutti troveranno beneficio."


Mons. Fausto Panfili
Cappellano di Europassion